Eventi

Se vuoi puoi richiedere una guida su misura.

Verrà scalza
come faceva nei balli dell’estate
mi darà grappoli d’uva Moscato
dolci come i suoi occhi
dolci come il suo sangue

Nella Bassa Langa per esplorare in cammino una terra ricca e affascinante, porzione di territorio divenuto 50° sito italiano del patrimonio UNESCO I paesaggi vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato.

La giornata è dedicata a Castiglione Tinella, terra cuneese al confine con il Monferrato Astigiano, dove il 90% dell’area agricola è destinata alla coltivazione del vitigno uva Moscato per produrre in primis il delizioso Moscato d’Asti DOCG, vino dolce di eccezionale qualità.

Il sabato del villaggio si declina con la scoperta di luoghi e con l’incontro di persone che abitano il territorio, muovendosi sulla linea del tempo tra passato e presente, ma con lo sguardo rivolto al futuro.

I nostri passi ci porteranno all’epoca in cui le terre erano calcate dall’incedere elegante di una giovane donna di leggendaria bellezza e dalla mente fina, che si fece patriota contribuendo alla conquista dell’indipendenza dell’Italia e alla sua unificazione. È universalmente nota con il nome nobile qui acquisito per matrimonio: Virginia Oldoini Verasis Asinari, ovvero La Contessa di Castiglione.

Il percorso inizierà con un’escursione urbana nel centro storico per visitare in un edificio sacro seicentesco la mostra permanente La Contessa di Castiglione, una sensuale traccia femminile verso l’unità d’Italia, dedicata alla nobildonna, che avremo l’onore di farci presentare dal sindaco in persona.

Dall’ex chiesa parrocchiale di Sant’Andrea daremo un breve sguardo alla nuova e monumentale parrocchiale di Sant’Andrea che sorge di fronte a quella antica, una singolare peculiarità di questo Comune. Poi il sindaco ci condurrà presso il palazzo comunale per visitare la pinacoteca con la raccolta delle opere di Immacolata Fogliati. In seguito raggiungeremo un piccolo museo all’interno di un’azienda vitivinicola.

Si avrà modo di degustare prodotti e ricette tipici in più punti sul territorio e in vari momenti della visita al borgo, con il clou all’ora di pranzo.

Il paese delle vigne scritte ci consentirà di compiere un’escursione naturalistica nell’incantevole Parco Panoramico-Letterario Versi in Vigna, unico nel suo genere in Italia, dove la vigna diventa pagina verde, in cui i filari si fanno righi su cui sono deposti versi liberi dedicati a queste colline e al lavoro quotidiano dei contadini.

Infine, faremo ritorno nel cuore del centro storico per terminare degnamente la giornata tra cultura e natura in un luogo che il mondo ci invidia.

Prenotazione obbligatoria entro venerdì 13 maggio alle ore 12.

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito